CSS Side Menus by Css3Menu.com

Cosa vedere - cosa mangiare - dove alloggiare - come arrivare in Croazia


COSA VEDERE

La Croazia è ricca di testimonianze storico-culturali e di monumenti di varie epoche grazie alla sua storia densa di avvenimenti tumultuosi e di scontri/incontri continui con culture diverse.
La costa croata è caratterizzata da una marcata influenza della cultura mediterranea: molti monumenti risalgono all'antichità, all'epoca romana ed all'alto medioevo; si contano numerosi edifici sacri in stile romanico e troviamo una serie di caratteristici paesini tipicamente mediterranei ben conservati.
La Croazia continentale, invece, appartiene alla sfera culturale dell'europa centrale; è caratterizzata dalla presenza di reperti preistorici di importanza mondiale, di ruderi di antichi castelli, fortificazioni e castelli veri e propri risalenti al basso medioevo, ed altri monumenti architettonici di chiara impronta barocca.

Iniziamo controtendenza partendo dal Sud della Croazia: destinazione Dubrovnik...seguiteci xD

Dubrovnik è una delle città fortificate medioevali meglio conservatasi dell'adriatico, costruita prevalentemente dal XIII al XVI secolo; notevoli le mura cittadine con le torri, il palazzo del Rettore, la cattedrale, il palazzo Sponza, il monastero francescano, la fortezza Lovrijenac che sono tutti originali e molto ben conservati; inoltre sono evidenti i segni dei bombardamenti della guerra datati 6 dicembre 1991.

DubrovnikDubrovnik

Dubrovnik



Il centro storico fa parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO.
Il nostro consiglio è quello di pernottare almeno una notte così da godervi tutto il patrimonio della città.


Dubrovnik porto - dalle mura della città


Dal fascino storico di Dubrovnik passiamo alla bellezza del mare croato: Riviera di Makarska.
La riviera presenta una fitta pineta dove è possibile trascorrere piacevoli ore di relax in un clima gradevolissimo: potrete anche ammirare il fascino degli scoiattoli che si arrampicano agli alberi rendendo l'atmosfera del luogo ancora più naturale.
Riviera di Makarska
Il mare si presenta limpido e non eccessivamente freddo (a differenza delle località nordiche del paese); avrete la possibilità di divertirvi con numerosi giochi d'acqua tra cui i ciambelloni, bananone e tanti altri.

Lungo la riviera sono allestiti tanti chioschetti in legno grazie ai quali potrete ingannare il tempo e la
vostra pancia :D.
Makarska è una città perennemente sveglia; infatti per gli amanti della movida notturna, oltre all'affollatissimo lungomare, ci saranno numerosi locali dove è possibile sfrenarsi tutta la notte; uno su tutti il Deep Club Makarska, centro calamitante delle sfrenate notti estive.
Dopo aver completato la visita di una delle perle della Dalmazia, non potete farvi mancare un tour delle isole Hvar, Brac e Korcula, soprattutto il "Corno d'oro" di Bol, sull'isola di Brac, spiaggia stupenda che varia la sua forma a seconda delle maree.
Stesso dal porticciolo di Makarska è possibile prenotare il vostro tour delle isole per poche decine di euro...IMPERDIBILE.
A qualche km poco più a sud di Makarska c'è Tucepi; anche in questa località un tuffo a mare è d'obbligo xD.

Da Makarska ci siamo recati in auto al Parco nazionale del Krka, a circa 130 km di distanza in direzione nord; tale parco ospita il più bel fiume carsico croato, il Krka, da Knin a Skradin.
In più ospita gole strette intagliate in altopiani calcarei e laghi; tra le moltissime cascate spiccano lo Skradinski buk e il Roski slap; laddove il fiume forma un bacino lacustre, si trova l'isolotto di Visovac con il suo celebre monastero francescano.


Parco del Krka
Parco del Krka





















PLITVICKA JEZERA
Rimanendo in tema, un altro parco affascinante ed appartenente a patrimonio mondiale dell'UNESCO è il PLITVICKA JEZERA ( LAGHI DI PLITVICE).








Il parco è formato da 16 piccoli laghi legati tra loro da spettacolari cascate, createsi nel corso dei secoli grazie ai depositi di travertino, una specie molto particolare di pietra calcare; fitti boschi di faggi ed abeti che a tratti assumono la natura di foresta fluviale, è l'habitat dell'orso bruno; i visitatori circolano nel parco utilizzando un apposito servizio di veicoli ecologici, trenini panoramici e barche a motore elettrico; questo parco dista dal Krka circa 200 km sempre proseguendo verso nord.

PLITVICKA JEZERA
PLITVICKA JEZERA
PLITVICKA JEZERA











Ritornando lungo la costa croata ci sono altre due isole, Pag e Novalja, dove il divertimento ed il buon mare saranno gli ingredienti principali della vostra vacanza.

Il contributo di queste due isole è a cura della nostra amica Elisa.

Pag è un'isola della Croazia situata in Dalmazia raggiungibile molto facilmente anche in traghetto, quindi un'ottima soluzione anche per chi ha la fobia di volare; è infatti un'isola collegata alla terraferma da una linea di traghetto e da un ponte che conduce alla città di Zara (dove arriva la maggior parte di traghetti).
E' una terra con forti contrasti a livello paesaggistico, infatti è quasi completamente brulla verso la terraferma, dove si vedono circolare solamente tante capre; verde e rigogliosa verso le coste e deve il suo nome al fatto che una volta era un villaggio di pescatori.
Diciamo che è una meta di recente scoperta per quanto riguarda la vita mondana e i suoi divertimenti, secondo me può essere affiancata al tipo di vacanza che si fa ad Ibiza.
Il mio consiglio è quello di noleggiare uno scooter per poter scoprire l'isola in tutte le sue parti ed avventurarsi nelle spiaggette meno conosciute. L'acqua che la circonda è di un azzurro meraviglioso ed è inevitabile fare qualche uscita organizzata in barca per poter scoprire le bellezze che riserva il mare.
La città vecchia è molto carina con i suoi bar e ristoranti sul lungomare o nella parte interna tra i suggestivi vicoli.
Ma se non sbaglio dovevamo parlare della movida dell'isola, quindi ci dobbiamo trasferire a Novalja, un centro turistico ad una ventina di km a nord della città di Pag.
In estate questo posto si popola di giovani, i numerosi bar e gelaterie sul lungomare la sera si animano con bancarelle e musica, tutti vogliono divertirsi.
C'è una precisa zona in cui si possono trovare locali e discoteche alcune delle quali restano aperte 24 h su 24 in determinati periodi estivi, si possono trovare schiuma party e vedere tutte le ultime tendenze della moda.
Quasi tutti i locali hanno una loro piscina interna ed il livello della musica è assai alto.
Sempre lì vicino si possono praticare sport acquatici e persino provare l'ebrezza del bungee jumping!!
Diciamo che questa parte della città non dorme mai, ma vissuta per un giorno può già rendere l'idea, poi dipende sempre dalle vostre preferenze.
Secondo me è da vedere, o comunque da frequentare la sera, perché il restante della giornata è consigliabile trascorrerlo nelle meravigliose acque croate a bordo di una barca o alla scoperta dei vari paesini e delle loro tradizioni, come ad esempio la pesca delle spugne.
La cucina è ottima, d'altronde il pesce è freschissimo.
Io consiglio di pernottare a Pag dove l'atmosfera è molto più tranquilla e rilassata e raggiungere la zona della movida solo quando si ha intenzione di fare festa, altrimenti potrebbe risultare troppo frenetica la permanenza in zona.
Beh come sempre sta a voi decidere che fare....ma sicuramente è un'isola da visitare.
Le altre avventure di Elisa le troverete qui ---> http://nonsoloweekend2.blogspot.it/



Rijeka, Crikvenica e Kraljevica
Rijeka, Crikvenica e Kraljevica
Proseguendo verso nord vi indichiamo le altre tappe del nostro lungo viaggio in Croazia...Rijeka, Crikvenica e Kraljevica.




Innanzitutto lungo le coste del nord della Croazia è difficile, se non impossibile trovare spiagge.
In sostituzione di queste ultime è facile imbattersi in piattaforme; a dire il vero non adatte a famiglie con bambini :)
Rijeka, Crikvenica e Kraljevica






MeđugorjeMeđugorje


Inoltre, se si vuole, un giorno si può fare tappa a Međugorje, piccola località del comune di Čitluk, in Bosnia ed Erzegovina: esperienza unica ed emozionante, non servono parole per descriverla ma bisogna solo viverla...






COSA MANGIARE

Oltre ai piatti tipici della cucina europea, la Croazia offre piatti nazionali e specialità locali: tra gli antipasti sono noti soprattutto il prosciutto crudo dalmata o quello istriano, il formaggio di Pag o quello della Lika, il pecorino, il kulen (salsiccia piccante) della Slavonia, le note salsicce all'aglio di Samobor e della regione dello Zagorje, il formaggio fresco con la panna acida, etc.
L'offerta dei secondi piatti varia in base alla regione nella quale vi trovate. 
In Dalmazia, nel litorale croato, nelle isole e in Istria, i piatti principali sono a base di pesce e frutti di mare, mentre per quanto riguarda la carne , ricordiamo la pasticada ed il bollito d'agnello.
Nella parte continentale della Croazia, l'offerta delle pietanze di carne è davvero ricca: tra queste spiccano la tacchinella con i mlinci ( sfoglie di pasta cotta al forno e condita con grasso), l'agnello ed il maialino arrosto, il Gulasch, etc.
Gli strukli, specialità nei dintorni di Zagabria, sono fagottini di pasta ripieni di formaggio fresco serviti dolci o salati.
Riguardo ai dolci, oltre allo strukli, come non ricordare l'ore hnjaca ( farcite alle noci) o la makovinjaka (farcita ai semi di papavero), gli strudel di formaggio e di vari tipi di frutta e tanto altro ancora.
Non potete andar via dalla Croazia senza aver mai assaporato una fresca birra karlovacko :P.

DOVE ALLOGIARE

Il nostro consiglio è di raggiungere la Croazia senza prenotare l'alloggio; sul posto troverete un'abbondanza di appartamenti e villette a prezzi modici, in modo tale da poter scegliere la soluzione più adatta alle vostre tasche ed esigenze xD. 

COME ARRIVARE

Uno dei pochi voli diretti dall'Italia per la Croazia è gestito dalla EasyJet: da Milano Malpensa e Roma Fiumicino per Spalato.
Vi consigliamo di raggiungere la Croazia in auto oppure col traghetto da Ancona, Pescara e Bari con le principali compagnie di navigazione.

1 commento:

  1. eToro is the ultimate forex trading platform for novice and pro traders.

    RispondiElimina